L’era della tecnologia, la nostra, l’era dei cambiamenti repentini, della continua ricerca, del controllo totale, delle innovazioni, dei robot. L’era in cui stiamo assistendo ad una sostituzione dell’importanza di settori che fino a meno di 10 anni fa detenevano il controllo totale del mercato. È l’era dei DATI, considerati il nuovo PETROLIO. “Data is the new oil”.

I dati hanno preso il sopravvento in tutti i settori, anche nell’immobiliare ,ovvero tutto ciò che è inerente il patrimonio e la sua gestione, che sta subendo enormi trasformazioni dal punto di vista dei servizi, dei valori di mercato circa i sistemi di valutazione.

Il progresso delle tecnologie, ormai parte integrante della quotidianità di tutti noi ed in tutti i settori, sta radicalmente trasformando il modo di operare anche nel settore immobiliare, settore particolarmente compromesso ed influenzato dai BIG DATA.

COME SI SONO INSERITI I BIG DATA NEL L’IMMOBILIARE

Il Real Estate sta provvedendo a dotarsi di tecnologie con l’obiettivo di sostituire i vecchi ed ormai obsoleti operatori con i loro sistemi di valutazione e di calcolo del valore attuale delle proprietà (ad essere utilizzati sono prettamente il Metodo dei Multipli e dei DCF-Discounted Cash Flow), che incorrevano ed incorrono spesso in gravi errori. I BIG DATA , attraverso l’ausilio di Intelligenze Artificiali, quali ad esempio l’AVM(Automatic Valuation Model), promettono stime e Valutazioni Automatiche sicuramente più efficienti e sicure.

Inoltre l’utilizzo dei BIG DATA, permette una profilazione adeguata e precisa del cliente/investitore ed una perfetta analisi del mercato.

Adeguare i gusti e le preferenze ai vari profili è l’arma vincente per VENDERE, VENDERE, VENDERE…..

o forse anche per influenzare gli stessi gusti, per manovrarci e indurci ad acquistare quel che vogliono, che siano beni e servizi?

Il quesito è sempre stato uno: che fine faranno gli agenti e gli operatori, che fine farà l’essere umano?

I Big Data il sopravvento lo hanno preso, qualche figura umana l’hanno già sostituita, tante altre, l’Intelligenza Artificiale le andrà a sostituire, ma sappiamo benissimo che queste senza il loro “insegnante” umano non potranno mai essere gestite.

Barile Domenica

Fonti : https://www.startingfinance.com/news/big-data-al-servizio-del-real-estate/
https://www.ilsole24ore.com/art/i-big-data-cambiano-servizi-real-estate-ma-l-italia-e-10-anni-dietro-uk-ACRug24